Walter Canzi


Vivo a Biassono dove sono nato il 20 gennaio 1953.

Credo che la Pittura sia una forma di comunicazione diretta con gli altri, intesa come uno strumento attraverso il quale cerco di esprimere me stesso e la realtà che mi circonda.

Le mie opere di genere figurativo, eseguite principalmente con la tecnica ad olio, sono vissute e realizzate con un concetto di fantasia personale e cercano di dimostrare che si può ottenere molto se si amplia il significato visivo della realtà con uno stile proprio attraverso l’intreccio di semplicità e intensità.

Noi siamo anche le storie che abbiamo sentito, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia e un film ci hanno dato.

Cerco quasi sempre di esprimere i lati di un inconscio emotivo. I sentimenti cerco di rappresentarli attraverso forme e immagini anche monocromatiche per illustrare l’essenziale.

Altre volte invece, cerco di esprimerli attraverso l’uso di colori vivaci, accesi e contrastanti. Il colore forte come elemento del linguaggio visivo, ricco di variazioni espressive e di straordinaria immediatezza comunicativa capace di evocare stati d’animo, sensazioni ed emozioni.

Ho iniziato la mia attività artistica nel 2009 come autodidatta.

Poi dal 2013 ho iniziato a frequentare diversi corsi di pittura presso la Università del Tempo Libero a Seregno sotto la guida di Maria Grazia Vismara, pittrice e scultrice seregnese.

Dal 2014 al 2016 ho frequentato la scuola d’arte “Alessandro Conti” di Monza.

Dal 2016 al 2018 ho partecipato ad un corso di “disegno anatomico-artistico” e nel 2019 ad un seminario di “pittura analitica” curati da Carlo Orsi di Meda, architetto e professore di storia dell’arte.

Nel 2013 ho costituito un gruppo denominato Giovani Pittori Crescono con sede a Seregno e dal 2013 faccio parte del Gruppo Pittori Biassonesi.

La Pittura è molto importante nella mia vita: mi consola, mi solleva, mi orienta; la Pittura mi cura.