STATUTO

dell’ associazione “GRUPPO PITTORI BIASSONESI“

con acronimo "G.P.B."


PREMESSA

Il “Gruppo Pittori Biassonesi“, già esistente dal 1993, intende con il presente atto trasformarsi in “Associazione”, per meglio organizzare e sviluppare le proprie attività culturali.

COSTITUZIONE E SCOPI

ARTICOLO 1

E’ costituita, con atto privato del 16-02-2010 e con sede (provvisoria) in Macherio, via Belgioioso n. 40, l’associazione “GRUPPO PITTORI BIASSONESI” (nome semplificato nell’acronimo G.P.B.).E’ una libera associazione che ha durata a tempo indeterminato e non persegue fini di lucro.

ARTICOLO 2

Il G.P.B. persegue i seguenti scopi:

Sviluppare e promuovere l’attività pittorica e/o altre attività artistiche.

Promuovere ed organizzare iniziative ed eventi artistici

Promuovere ed organizzare attività formative, convegni e/o visite a mostre/eventi

I SOCI

ARTICOLO 3

Possono far parte del G.P.B. tutti coloro i quali, condividendo le finalità del presente Statuto, intendono partecipare alle attività organizzate dall’ Associazione per il raggiungimento delle stesse.

ARTICOLO 4

I soci si dividono in: FONDATORI, EFFETTIVI ed ONORARI.

I soci FONDATORI, di cui all’allegato 1, sono quelli, residenti a Biassono e che hanno dato vita all’associazione con la sottoscrizione dell’atto costitutivo del 15-04-2010 ed hanno diritto di voto se in regola con la quota associativa.

I soci EFFETTIVI, sono quelli previsti dall’art. 3 ed hanno diritto di voto se in regola con la quota associativa.

I soci ONORARI, sono nominati dal “consiglio direttivo” in base a particolari benemerenze nelle attività definite dall’art. 2. Non hanno diritto di voto e non versano la quota associativa.

ARTICOLO 5

Sono eleggibili alle cariche sociali i soci fondatori ed i soci effettivi, se in regola con la quota associativa.

ARTICOLO 6

Per iscriversi al G.P.B. deve essere presentata una domanda scritta e firmata in cui, oltre ai dati anagrafici ed all’indirizzo, si dichiari di rispettare il presente statuto e le deliberazioni legalmente adottate dal Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 7

La qualità di socio Effettivo e Fondatore, si perde per: la mancata partecipazione ad almeno due eventi programmati, dimissioni, morosità, espulsione (deliberata dal Consiglio Direttivo) per gravi motivi morali e/o comportamentali (anche relativi alla mancata collaborazione sia per quanto riguarda gli allestimenti degli eventi sia per l’assistenza/presenza durante le varie manifestazioni).

GLI ORGANI SOCIALI

ARTICOLO 8

Sono organi sociali del G.P.B.:

a) L’Assemblea dei Soci

b) Il Consiglio Direttivo

c) Il Presidente

d) Il Collegio Sindacale

ARTICOLO 9

L’ASSEMBLEA DEI SOCI:

a) elegge il Presidente ed il vice Presidente del G.P.B.:

b) elegge due dei cinque componenti del Consiglio Direttivo

c) elegge il Collegio Sindacale

d) stabilisce il valore della quota associativa

e) delibera le linee politiche ed organizzative delle attività sociali

f) approva i bilanci preventivi e consuntivi.

L’assemblea dei soci è convocata (15 gg. prima a mezzo lettera o e-mail) dal presidente almeno una volta all’anno, entro i tre mesi successivi alla chiusura del bilancio per la sua approvazione, e quante volte il C.D. lo ritenga.

L’Assemblea, appena costituita, nomina il Segretario dell’Assemblea.

L’Assemblea delibera a maggioranza semplice e le sue deliberazioni sono valide per tutti i soci anche assenti o dissenzienti.

L’Assemblea è valida qualunque sia il numero dei soci presenti in regola con le quote

ARTICOLO 10

IL CONSIGLIO DIRETTIVO:

a) è composto da cinque membri rieleggibili: il presidente, 2 eletti dai soli soci fondatori e 2 eletti dall’assemblea dei soci

b) non è previsto alcun compenso per i componenti del C.D.

c) redige i programmi di attività sociale

d) redige i regolamenti per la partecipazione elle varie attività del gruppo. Detti regolamenti saranno approvati a maggioranza semplice dai soci fondatori dai soci effettivi.

e) redige i rendiconti economico finanziari

f) stipula tutti gli atti ed i contratti inerenti all’attività sociale.

g) cura l’esecuzione delle deliberazioni dell’assemblea

h) delibera circa l’ammissione, la sospensione, l’espulsione dei soci

i) svolge tutte le altre attività necessarie e funzionali alla gestione sociale

j) nomina il Segretario del C.D.

k) nomina un addetto alla contabilità, anche esterno al gruppo che tiene aggiornati i libri contabili, compila i bilanci preventivi e consuntivi e resta in carica per 3 anni; per questa mansione non è previsto alcun compenso.

l) Il C.D. resta in carica per 3 anni

ARTICOLO 11

IL PRESIDENTE:

a) è il legale rappresentante dell’associazione ed ha quindi la responsabilità giuridica

b) non è previsto alcun compenso per questa carica

c) rappresenta l’Associazione di fronte ai soci e d a terzi

d) dispone, con l’approvazione del C.D., il pagamento delle spese e la riscossione delle entrate

e) convoca, a sua discrezione, sia l’Assemblea dei Soci che il Consiglio Direttivo

f) è facoltà del presidente valutare l’eventuale necessità di nominare un selezionatore esterno (previa approvazione del C.D.) per opere destinate a particolari eventi

g) il presidente resta in carica per 3 anni ed è rieleggibile

ARTICOLO 12

IL COLLEGIO SINDACALE:

a) è l’organo di controllo dell’ Associazione ed esplica la sua attività vigilando ed accertando la regolare tenuta della contabilità

b) non è previsto alcun compenso per i componenti

c) i componenti possono procedere a controlli contabili in qualsiasi momento

d) esamina i bilanci prima dell’approvazione, segnalando all’assemblea eventuali osservazioni

e) è composto da 1 a 3 membri (rieleggibili) eletti dall’ Assemblea dei Soci

f) i componenti sono in carica per un anno

RENDICONTO ECONOMICO

ARTICOLO 13

Il rendiconto economico comprende l’esercizio sociale dal 1/1 al 31/12 di ogni anno e deve essere presentato dal C.D. all’assemblea per la sua approvazione entro il 31/3 dell’anno successivo.

SCIOGLIMENTO DELL’ ASSOCIAZIONE

ARTICOLO 14

Lo scioglimento dell’Associazione deve essere deliberato dall’A.dei S. con il voto favorevole di almeno due terzi dei soci presenti in regola con la quota sociale.

In caso di scioglimento l’eventuale patrimonio dovrà essere devoluto ad enti di pubblica utilità scelti dalla maggioranza dell’assemblea dei soci.

DISPOSIZIONI FINALI

ARTICOLO 15

Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si rimanda alla normativa vigente in materia.